Introduzione

All’atto dell’ingresso di un nuovo ospite in una casa di cura o in una RSA mille dubbi si affollano nella mente dello stesso e dei suoi parenti: riuscirò ad ambientarmi? Starò bene? Chi mi seguirà?

Ecco, chiariamo subito chi è il medico di medicina generale che si prenderà cura del nuovo ospite. Se la struttura è situata nell’ambito del distretto della ASL locale, il medico di medicina generale (MMG) può continuare ad assistere il proprio iscritto sempre che il medico sia disponibile a muoversi; nel caso di indisponibilità o nel caso in cui la struttura residenziale si trovi nel territorio di una ASL diversa da quella di appartenenza è giocoforza cercare un nuovo medico tra quelli che già afferiscono alla struttura. L’ufficio amministrativo di questa può fornire l’elenco dei medici che abitualmente la frequentano per assistere i propri iscritti. Una volta scelto il medico, il personale della struttura provvederà presso la ASL locale agli adempimenti del caso.

I compiti del MMG che opera in una RSA

La RSA è una struttura complessa in cui sono presenti molte figure professionali: il direttore sanitario, il dirigente infermieristico, lo psicologo, il dietista, gli infermieri, i fisioterapisti, l’assistente sociale, i terapisti dell’occupazione, gli operatori socio-sanitari e così via; il MMG per forza di cose interagisce con queste figure nell’ottica nel benessere del proprio assistito e quindi si trova in una situazione del tutto diversa da quella dell’assistenza presso il proprio ambulatorio o nella casa privata dell’assistito.

All’ingresso di un nuovo residente il MMG studia la sua storia clinica, valuta la terapia in corso, richiede gli esami ematici di routine, programma l’esecuzione di un elettrocardiogramma e di tutti gli altri esami strumentali e visite specialistiche ritenuti opportuni.

Avuto chiaro il quadro della situazione può: adeguare la terapia in corso, informare il dietista sulla presenza di patologie che richiedono un regime alimentare particolare come ad es. diabete, obesità, ipertensione, dislipidemie, iperuricemia etc.; parlare con i fisioterapisti per concordare una eventuale terapia fisica a breve o lungo termine e; inoltre, se ha sentore di problematiche emotive/psicologiche, allerta lo specialista che autonomamente deciderà sulla necessità del proprio intervento che potrà essere anche questo breve o prolungato nel tempo.

Nel corso del tempo poi il MMG si occuperà della diagnosi e cura delle malattie intercorrenti, provvederà al controllo degli esami di laboratorio a scadenze fisse o all’occorrenza e a richiedere esami strumentali quando necessario.

Provvederà poi alla vaccinazioni previste e alla richiesta di tutti quei presidi sanitari necessari al benessere dell’assistito (pannoloni, carrozzina, materasso antidecubito etc).

I rapporti professionali del MMG nella RSA

Il contatto stretto con i familiari è sempre importante perché spesso da loro si raccolgono indicazioni e spunti per una migliore gestione dell’ospite e perché naturalmente ogni variazione di terapia od ogni richiesta di esami strumentali viene loro comunicata.

Il rapporto più stretto che il MMG ha nell’RSA è con gli infermieri; sono loro che aggiornano il medico sulla situazione clinica degli ospiti, sono loro che rendono noto al medico tutto quello che succede comprese la eventuali lamentale dei parenti, sono loro che telefonicamente avvertono il medico di eventuali necessità urgenti.

Anche stretto è il rapporto con il direttore sanitario, spesso un medico specialista in geriatria, e quindi in grado di dare al MMG anche utili elementi terapeutici e gestionali, vista l’età degli ospiti, e comunque è sempre utile uno scambio di idee ed esperienze tra medici.

Possiamo dire, per finire, che l’ospite entra in una rete di assistenza sanitaria e sociale piuttosto completa di cui mai potrebbe usufruire presso la propria abitazione.

     

                                                                    

                                                                              Dott.Lucio Perna

CONTATTACI SUBITO

Dal lunedì al venerdì:
dalle ore 8.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00

06.99674158

Oppure inviaci una mail

CASA DI RIPOSO ROMA

- LE QUERCE -

DOVE VIVERE SERENAMENTE
(10 MINUTI DA BRACCIANO)

CONTATTI

Via Casale delle Grazie, 4 00066 Manziana Roma
(10 minuti da Bracciano)
Tel. 06 99674158
Fax 06 99674155

DOVE SIAMO

PREVENZIONE COVID

INVIACI UNA MAIL

Questo modulo di contatto raccoglie il tuo nome, la tua email, il tuo telefono e il tuo messaggio. Per maggiori informazioni, consulta la nostra pagina di privacy policy.
Le Querce si impegna a fornirti informazioni scientifiche e commerciali nel tuo interesse, senza invadere la tua privacy e, comunque, non più di una volta a settimana.

Privacy

Info Commerciali

5 + 10 =

STAI ASPETTANDO di entrare
in RSA a ROMA?
o STAI cerCANDO INFORMAZIONI
sulle RSA?

VUOI ENTRARE SENZA TEMPI DI ATTESA?
DA NOI È POSSIBILE FARLO IN SICUREZZA!
(tutti i nostri ospiti sono vaccinati)

CONTATTACI SUBITO PER INFO

>0699674158<